ZWEILAWYER

Rylock. Uno dei POV di Zodd.

zodd_zweiRylock mandò giù un altro sorso. Il caffè bollente gli scese nella gola e si tuffò nello stomaco. Poggiò la tazza sul tavolo e lanciò un’occhiata alla grande mappa.

«Vediamo…»

Passò una mano sul bordo usurato della pergamena. La parte bassa era un’ unica macchia visto che quel coglione di Hofen ci aveva versato sopra una coppa di vino rosso un paio di giorni prima. Seguì i confini del regno di Lerihus con l’indice e scosse la testa. Quello a sud era troppo ampio e quello a ovest troppo concavo. Doveva cancellarli e trovare qualcuno in grado di disegnarli di nuovo con la giusta accuratezza. E fare lo stesso ogni mese o, visto il ritmo con cui si modificavano, ogni settimana.

L’intero Ibunod era in fermento dalla morte del re, e lui stava impazzendo nel tentativo di tenere aggiornato il posizionamento di tutte le forze in campo. Re senza corona, cercatori di fortune, generali ribelli, bande di disperati, compagnie di mercenari. Cazzo, erano tutti alla ricerca di un nuovo territorio da conquistare, di carovane da depredare o di un villaggio da mettere a ferro e fuoco. Prese un soldato in miniatura dipinta di bianco e lo spostò da Fymoor a Deminster. «La compagnia dei Candidi Bastardi dovrebbe essere arrivata qui» mosse la miniatura verso Baystone «o forse si è spostata fino a qui?»

«Non so come siano messi i Candidi Bastardi, Comandante.» La voce di Corwald tuonò alle sue spalle. «Ma tu di certo sei messo male. Parli da solo.»

Rylock si voltò. Corwald mollò la tenda e fece un passo all’interno.

Le lanterne illuminarono il suo volto spigoloso e la lunga barba rossa intrecciata sotto il mento. «Hai già finito l’addestramento?» Rylock tornò a guardare la mappa. «Pensavo li volessi far schiattare di fatica tutto il giorno.»

«Per oggi basta» Corwald gli si avvicinò. Era grosso come un orso. La piastra pettorale aveva una convessità lavorata a scanalature nella parte bassa, ma conteneva a malapena il suo ventre dilatato.

Corwald prese la miniatura dei Candidi Bastardi e la fece ruotare fra le dita piene di calli. «Nei giorni scorsi ha piovuto troppo; nel campo di allenamento si affonda fino al polpaccio. Mi sono rotto i coglioni di mandare uomini in infermeria con le caviglie slogate.» Poggiò la pedina più o meno all’altezza di Fymoor. Con l’ampia manica a sbuffo, a righe nere e gialle, ne fece cadere altre due.

«Non era lì» Rylock alzò la testa. Una ciocca di capelli gli scivolò sulla fronte. «Mettila vicino a Baystone.»

«Cosa?» Guardò Rylock e poi la miniatura. «Ah sì, certo Comandante.»

«Hofen e Garon dove sono?»

«Al campo di tiro. Hofen sta insegnando ai suoi novellini carica e tiro con la balestra.»

«E Garon?»

«È lì con suoi veterani a prenderli per il culo» Corwald sorrise.

«Andiamo da loro» Rylock prese il mantello e se lo gettò sulla brigantina verde scuro. «Sono arrivate due proposte di cui voglio parlarvi.»
E poi sono chiuso in questa tenda da ore. Ho bisogno di aria.

«Sono buone?»

«Molto. Portale tu, sono in quella borsa di pelle marrone sulla sedia.»

Rylock uscì dalla tenda. I recenti temporali avevano ridotto molto male sia i vialetti sterrati che la strada principale. Il sole era pallido, ma non gli dispiaceva sentire i suoi raggi sulla pelle.

«Comandante aspetta» Rylock sentì Corwald che arrancava nel fango alle sue spalle.

«Ero passato da te perché sono tornati gli esploratori dalla pianura.»

«Ti ascolto.»

«Hanno detto che Wrand sta smontando il forte provvisorio» si passò una mano sul cranio. A parte due ciuffi rossi sopra le orecchie, i capelli lo avevano abbandonato da tempo. «Qualcuno deve averlo assoldato.»

«Mi servono notizie più precise» Rylock passò oltre un soldato sulla ventina con una cervelliera sotto il braccio e una grossa balestra a martinello in spalla. «La prossima volta dì ai tuoi esploratori di tornare con il luogo di destinazione della Banda Infame. Dove si trovava lo sapevamo già.»

«Li spedisco fuori domani all’alba.»

«Va bene» Rylock si fermò poche iarde dopo le ultime baracche di legno, appena prima che iniziasse lo spazio destinato alle tende dei soldati. «Se vogliamo scegliere bene dobbiamo conoscere alla perfezione i movimenti di tutte le altre compagnie mercenarie.» Corwald annuì. «Voglio pianificare, non buttarmi nella mischia senza sapere chi ho intorno.»

«La Rosa Nera non deve temere nessuno, compresa la Banda Infame di Wrand.» «C’è sempre qualcuno o qualcosa da temere» Rylock scosse la testa «Il giorno che smetti di tenere alta la guardia sei fottuto.»

Similar posts
  • Albrecht Alcibiades: il Bellator di Brandeburgo A metà del cinquecento, Albrecht Alcibiades, Margravio di Brandeburgo-Kulmbach diventa uno dei condottieri più temuti di Germania. Grazie alle sua veloce ascesa (e altrettanto veloce discesa) militare, si guadagna il soprannome “Alcibiades” e l’appellativo di “Bellator”. Alcibiades ha solo cinque anni quando il padre, il Margravio Casimiro, muore di dissenteria un paio di mesi prima di [...]
  • ISIS e TROLL: Ignoranza all’Attacco 2 L’ISIS ha devastato altri siti archeologici. Vedere delle scimmie antropomorfe che distruggono mura assire o bassorilievi di tremila anni fa mi distrugge psicologicamente, ma forse è ancora peggio leggere alcuni commenti apparsi sulle pagine del Fatto Quotidiano. Ricordatevi sempre che i soggetti in questione hanno lo stesso diritto di voto che avete voi. Il primo [...]
  • Ipotesi di Complotto: il Massacro di Studenti i... La nuova, triste impresa del terrorismo islamico ha portato alla morte di centinaia di studenti. Come nel caso dell’attentato in Tunisia, molti commentatori de Il Fatto Quotidiano hanno fatto sfoggio di un’ignoranza destante e meritevole di essere presa a nuovo parametro del trash storico e complottista. Fra questi, spiccano i post caprini di tal “Comunista”, [...]
  • Ipotesi di Complotto: Terrorismo in Tunisia L’attacco di ieri a un museo tunisino, rivendicato dai soliti estremisti islamici, ha causato una ventina di morti, di cui quattro italiani. In calce all’articolo de Il Fatto Quotidiano relativo a questo avvenimento, i commenti retard di matrice complottista sono stati ottimi e abbondanti. Passiamo in rassegna i loro autori onde magnificare l’ignoranza in secula [...]
  • Historical Trolling: Ignoranza all’Attacc... Penso che l’appuntamento con la rubrica “Historical Trolling” diventerà fisso. Commentando su FQ mi sono trovato più volte ad affrontare delle discussioni deliranti, ma a volte il limite viene sublimato e si entra nella pura arte. In calce a un articolo sui magnifici consigli di Khamenei, successore del teorico di sodomia cammellizzia Khomeini, ho inserito [...]

19 commenti

  1. alopias-vulpinus alopias-vulpinus
    giugno 21, 2015    

    sapessi scrivere io così…

  2. Obrob Obrob
    giugno 21, 2015    

    Ti segnalo un errore di battitura da poco:
    Prese un soldato in miniatura dipintA di bianco e la spostò da Fymoor
    Il participio è al genere sbagliato.

  3. Adriano Adriano
    giugno 21, 2015    

    Ottimo! Non vedo l’ora di leggere il prodotto finito.

    Intanto ti segnalo due cose che ho trovato un po’ stonate: in entrambi i casi c’è un “sentì” di cui si può fare a meno.

    Sentì il caffè bollente scendergli per la gola e tuffarsi nello stomaco.
    Il caffè bollente gli scese per la gola e si tuffò nello stomaco.

    Rylock sentì Corwald che arrancava nel fango alle sue spalle.
    Corwald arrancava nel fango alle sue spalle.

    • giugno 22, 2015    

      Giustissima la prima osservazione. Sulla seconda ero indeciso. Volevo si capisse che Rylock stava SENTENDO e non VEDENDO Corwald (pena sfarfallamento del POV causa occhi dietro la testa di rylock).

      • Adriano Adriano
        giugno 22, 2015    

        Ottima obiezione.
        In effetti uno può pensare che Rylock si sia voltato. Forse potresti descrivere il suono di Corwald che arranca nel fango, il respiro affannoso e gli stivali risucchiati dalla melma. Tra l’altro, essendo un omone grande e grosso, non mi pare il tipo da “mud race”.

        Comunque si tratta di una spigolatura, eh! Il testo mi è piaciuto parecchio, con questo breve scorcio di vita militare.

        Ora, da bravo, sfornaci il libro completo!

  4. Polveredighiaccio Polveredighiaccio
    giugno 22, 2015    

    Zwei una domanda banale ma utile alla sottoscritta, perché hai deciso di utilizzare iarde come unità di misura? 🙂
    Come hai valutato tale opzione insomma? Grazie!

    • giugno 22, 2015    

      Ciao carissima, le iarde al momento mi servono come riferimento. Sono più o meno l’equivalente di due cubiti – un metro (anche se ci sono grandi variazioni a seconda del tempo del luogo), ma dubito che le terrò nella versione definitiva.
      Il sistema di misura imadiano riflette quello romano, quindi è probabile che utilizzerò “passo”.

  5. Polveredighiaccio Polveredighiaccio
    giugno 22, 2015    

    Ecco, chiedevo appunto per questioni diciamo tecniche. Quando si deve decidere quali termini utilizzare in merito a misure di tempo, spazio ecc non sempre è facile. Ne parlavi qualche post addietro citando il paragrafo di un romanzo ad ambientazione medievale, se non ricordo male, in cui erroneamente si parlava di… chilometri?
    Credo sia problema comune, quindi è sempre utile avere suggerimenti. 🙂
    Grazie! *__*

  6. Arcadius Arcadius
    giugno 23, 2015    

    Oddio si, Zodd è vivo (?)

    • giugno 25, 2015    

      E vegeto oserei dire. D’altronde, visto che in Italia si pubblicano una cinquantina di libri al giorno, non vedo la necessità di affrettarmi.

      • Arcadius Arcadius
        giugno 26, 2015    

        Si ma su cinquanta libri quanti saranno passabili di lettura?
        Diamine, il problema è che questo è probabilmente l’unico fantasy valido che potrei mai leggere in vita mia. Mastro Zwei, non le chiedo di lavorare come un povero schiavo ma ci nutra di queste perle un po’ più spesso
        Cheers ^__^

  7. giugno 24, 2015    

    @Zwei: gran bel pezzo… fa venire voglia di leggerne di più 😉 avanti così

  8. giugno 25, 2015    

    Grazie Any (è una vendetta randomica verso chi mi chiama zwey).

    • giugno 26, 2015    

      @Zwei(lawyer): ok, d’ora innanzi solo Gabriele 😉

      • Terra Nova Terra Nova
        giugno 26, 2015    

        Credo a Zwei dispiaccia la y finale 😉

        • giugno 26, 2015    

          @Terra: poesse, ma perché sa’a pija con mia, che centro poco assai? O.o

          io al massimo je dico “Big Zeta” al guizzantissimo padrone di casa, mica fischi 😛

          baideuei: immaginarti è bello, ma pics tue di te sarebbe pure meglio… che aspetti a postare ? 😛

          (si, lo so, mi sto daghizzando, ma dev’essere il lavoro 😉 )

          (baideuei: la “richiesta” è ovviamente ironica… certo che se poi posti davvero non è che si pianga, intendiamoci 😛 )

        • Terra Nova Terra Nova
          giugno 28, 2015    

          Zwei ha scritto ‘randomica’ (brrrr…), sei stato la vittima sacrificale della sua funesta ira 😛

          Per le foto, uahahah, ti do il permesso di (provare a) cercarle sull’internetto (spoiler: non ce ne sono. Credo di essere l’ultima rappresentante del Giurassico, di tanto in tanto emergo da sotto la mia roccia e mi compiaccio di non essere iscritta a nessun social).

          Dago potrà aver drasticamente ridotto i suoi commenti, ma il suo spirito aleggia su tutto il blog! Che… erm, bello 😕

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Supporta la storiografia 2.0

Statistiche

  • 62.309
  • 389.929
  • 5.765.088