98

Gherush92: Una Ricca Figura di Merda

Gherush92. Ricordate questo nome, perché da oggi, come direbbe Roosvelt, sarà segnato dall’infamia. Come si legge sul sito, questa organizzazione:

ha svolto programmi di educazione allo sviluppo ed è accreditato a partecipare ai lavori di diversi programmi e convenzioni internazionali, come come World Conference Against Racism (WCAR), World Summit on Information Society (WSIS), Permanent Forum on Indigenous Issues (PFII), Working Group on Indigenous Populations (WGIP), Organization for Security and Co-operation in Europe (OSCE), Human Dimension Implementation Meeting (HDIM).

Avete capito bene, una organizzazione inutile che partecipa a programmi altrettanto inutili.

Le opinioni espresse da Gherush92 erano a malapena tollerabili quando si mantenevano all’interno di ambiti quali:

-stop alla macellazione kosher;

-basta razzismo nei confronti degli ebrei/zingari;

-altre miricae

Di recente invece, sono apparse su diversi giornali le dichiarazioni farneticanti dell’architetto Valentina Sereni sulla Divina Commedia. L’opera di Dante è omofoba, razzista ed antisemita, e quindi va eliminata dai programmi scolastici.

Oibò, quanto sarebbe stato meglio tacere! In molti, giornalisti e blogger, hanno risposto alla Gherush92 (la maggior parte l’hanno insultata, cosa legittima), ma solo pochi sono andati a vedere la contro risposta, apparsa sulle pagine del sito dell’organizzazione a fine febbraio.

Leggiamo qualche estratto:

Saremmo disposti ad aggiungere il punto interrogativo “Via la Divina Commedia dalle scuole?” purché si riconosca in maniera chiara e senza ambiguità che la Commedia (ed altre opere artistiche), presenta contenuti razzisti, islamofobici, antisemiti. Questo è il fondamentale oggetto del contendere perché, secondo noi, antisemitismo, islamofobia e razzismo scaturiscono, tanto nei secoli passati quanto oggi, da opere come la Commedia che contribuiscono alla formazione di giovani e meno giovani.

Quindi cosa facciamo, mettiamo il bollino tipo quello sulle scatole delle sigarette?

“Warning: l’opera contiene affermazioni razziste, omofobe e islamofobe”

Magari l’islamofobia potrebbe essere nata dalla lettura del Corano o da 1400 anni di razzie, torture e omicidi. Anzi, visto che siamo in tema, io proibirei la lettura del Corano. Lì si incita a sottomettere i non musulmani, ad ammazzarli (chiunque se ne esca con affermazioni di senso contrario non l’ha mai letto, ma si è limitato a copia incollare poche frasi favorevoli).

Addirittura Maometto ha sposato una bambina di 6 anni, consumando quando ne aveva 9. Orrore, orrore! Bollino rosso anche per il Corano.

“Warning: l’opera contiene incitazioni alla violenza alla pedofilia”

In un crescendo che sfiora la demenza, Gherush92 ci offre una soluzione:

Le opere letterarie, le opere d’arte di ogni genere, i trattati filosofici, scientifici, politici, economici, i testi religiosi, le enciclopedie, i testi di insegnamento scolastico e universitario, i media e qualunque altra opera dell’ingegno che, in parte o in tutto, presentino contenuti antisemiti e razzisti devono essere riviste e corrette. In ogni caso, tali opere devono contenere esplicite note, spiegazioni e commenti, sulla falsità e sulle caratteristiche offensive, verso il popolo ebraico o sue parti,…” (dal testo Linee guida per una convenzione contro i reati di antisemitismo di Gherush92).

Ho difficoltà ad immaginare il contenuto di tali note: “Maometto in realtà era buono”; “siamo tutti uguali, come dimostrano i girotondi multirazziali che tappezzano le pareti delle scuole elementari”; “Dante sbaglia, se avesse assistito ad un gay pride avrebbe compreso la necessità dei matrimoni omosessuali”?

A questo punto riempiamo di post-it, note a piè pagina ed integrazioni tutte le opere (di tutti i tempi) che presentino anche il più insignificante accenno a razzimo/omofobia/antisemitismo.

Mettiamo un richiamino con nota nei libri di Howard quando si trova la parola “negro”, una prefazione al Mercante di Venezia di Shakespeare dove si spiega l’olocausto, una pagina di spiegazione quando il prof. di Fanteria dello Spazio ci convince che la violenza è l’unico metodo sicuro per risolvere una controversia.

E con i film come facciamo? Meglio non rischiare. Io proporrei un pop-up ad ogni atto/fatto politicamente-scorretto.

In conclusione, conta più l’arte o conta più il razzismo? A noi sembra che non basta che un’opera sia scritta da Dante per essere immune da antisemitismo. Anche lui, tra i tanti artisti nei secoli dell’inquisizione, ha contribuito allo sterminio degli ebrei e all’assimilazione del popolo ebraico. Non basta che un’opera sia letta ed interpretata oggi per essere immune da antisemitismo. Celebrata e declamata come opera d’arte universale la Commedia contribuiva, e contribuisce ancora oggi, a diffondere pregiudizi razzisti, sia per il valore estetico che per il contenuto. Ma, per quanto ci sforziamo, ci torna difficile trovare un valore estetico nel razzismo.

Geniale la prima affermazione. Conta di più l’oro o la merda? Perdonate l’estremo postmodernismo di questo post, ma ho l’impressione che il mondo stia cadendo a pezzi. Si dà voce e risonanza mediatica a opinioni che dovrebbero rimanere nei cessi, assieme alle scuregge da cui sono nate.

Purtroppo, ho letto a smozzichi e bocconi diversi altri articoli dell’organizzazione. Imbarazzanti quelli sui rom:

Solo una soluzione strutturale seria, basata sul principio del federalismo culturale, può far rifiorire il popolo Roma e di questo l’Europa ha bisogno. Pensiamo all’autogoverno, al riconoscimento del consiglio degli anziani come interlocutore istituzionale, a villaggi basati sul principio della sostenibilità ambientale, al ripristino e alla valorizzazione delle attività tradizionali del popolo Roma. Pensiamo a misure fiscali agevolate per l’occupazione del suolo pubblico, pensiamo, insomma, a una soluzione concertata e condivisa con i Roma che possa riconoscere il diritto al “nomadismo sostenibile” come stile di vita soft, eco-compatibile e le tante attività artistiche, artigianali e culturali del popolo Roma come patrimonio dell’Europa. Pensiamo, inoltre, che lo stato italiano, come l’Europa, debba stanziare un fondo da destinare ad hoc per l’attuazione di questo programma quale titolo di riparazione per i secolari crimini perpetrati e in corso nei confronti del popolo Roma.

Priceless.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: -18 (from 106 votes)

98 comments

  1. MauroNo Gravatar says:

    Io toglierei Storia dalle scuole: con tutte le cose contro ebrei, negri diversamente bianchi, uominosessuali, religioni ecc. di cui parla, non c’è motivo di salvarla.

  2. DagoRedNo Gravatar says:

    Zwe, mi sa che ti ho ninjiato di qualche ora :p

    Also, posso suggerirla io una strategia etioco-politica verso i rom? posso, posso, posso???
    Mmh, forse meglio di no :D

  3. TengerNo Gravatar says:

    Da notare che questa manica di decerebrati isterici giudica le opere del passato come “è bello o non è bello” (“valore estetico”), senza pensare nemmeno per un istante che lo studio delle opere del passato prevede il loro inserimento nel contest storico. OGGI è brutto incularsi i prepuberi. All right. Ma all’epoca di Platone NON LO ERA. Se invece di fare la gara delle caccole con gli amichetti tu volessi CAPIRE, studieresti E BASTA.

    Quella sui Rom, oltre a essere zeppa di luoghi comuni, denota anche un’ognoranza becera del problema. Consiglio degli anziani? I Rom hanno GIA’ rappresentanti politici! Semplicemente i grandi capoccia e i mentecatti come questi qui non hanno mai provato a chiedere ai rappresentanti Rom se avessero soluzioni da proporre o anche solo che cazzo volessero dalla vita.

    E quello che mi fa incazzare è che la gente non sa distinguere tra “capire gli altri” e “essere d’accordo con loro”.

    E chiudo: la cosa veramente esilarante è che questi qui, stringendo, proclamano di voler combattere il razzismo non insegnando opere razziste. Perché come disse Sun Zi: se conosci il nemico e conosci testesso, perderai a botta sicura. Se conosci te stesso, ma non il nemico, forse il nemico scomparrà in una nuvoletta rosa. Se non sai un cazzo di niente al cubo, fonda un’organizzazzione per i diritti dei pirati giapponesi.

  4. Fos87No Gravatar says:

    Come detto in “Retard”, secondo questo ragionamento le opere greche e latine dovrebbero sparire, considerando che non solo incitano (?) alla pedofilia, ma difendono lo schiavismo e proclamano la superiorità dell’uomo sulla donna. Oddio, considerando che nei miei libri delle superiori non trovavi un passo della Lisistrata neanche a pagarlo oro (eppure viene definita la più grande delle opere di Aristofane), né di qualsiasi altra opera troppo “audace”, forse la purga è già sulla buona strada.
    In filosofia, poi, non si potrebbe leggere più un cavolo: via Aristotele, via Voltaire, via Nietzsche eccetera. Magari ci teniamo Kant. Anzi no, perché per lui solo i maschi con un minimo di proprietà terriera avevano diritto al voto: eh, Emanule, mi cadi proprio su queste cose!

  5. TapiroulantNo Gravatar says:

    Questi qui sono usciti dallo stesso pool genetico di quell’organizzazione che proponeva di rinominare “The Nigger of the Narcissus” di Conrad “The N-Word of the Narcissus” (con la parola “nigger” sostituita con “n-word” ad ogni occorrenza della stessa all’interno del romanzo).
    D’altronde questi ultimi erano la corrente soft. La corrente radicale voleva, se non ricordo male, l’eliminazione radicale di “The Nigger of the Narcissus” dalla bibliografia delle opere di Conrad. E c’erano anche quelli che volevano l’eliminazione di Conrad dai programmi scolastici e/o universitari perché diseducativo.

  6. DarshanNo Gravatar says:

    ti sei dimenticato il grassetto in “villaggi basati sul principio della sostenibilità ambientale” non mi sembra che i campi rom ricordino il villaggio dei puffi…

    in ogni caso xD aspettavo sinceramente un tuo articolo sulla vicenda e non mi hai deluso

  7. LuxiferNo Gravatar says:

    ti sei dimenticato il grassetto in “villaggi basati sul principio della sostenibilità ambientale” non mi sembra che i campi rom ricordino il villaggio dei puffi…

    Ma già c’era il puffo negro, mò pure il puffo rom?

  8. Merphit KydillisNo Gravatar says:

    Torno ora da una maratona di sessione di Pathfinder (sarebbe D&D 3.5 riveduto), e come accendo il computer ti leggo questo.
    Ma, ehm, non era meglio mettere in sezione retard?
    Battuta a parte: questo Gherush92 pare un personaggio buonista fantatrash. Eragon, ti sei perso un soldato :D

  9. DagoRedNo Gravatar says:

    non hanno mai provato a chiedere ai rappresentanti Rom se avessero soluzioni da proporre o anche solo che cazzo volessero dalla vita.

    volendo te lo potrei dire io, ma sarebbe OT :D

  10. MauroNo Gravatar says:

    Fos87:

    secondo questo ragionamento le opere greche e latine dovrebbero sparire, considerando che non solo incitano (?) alla pedofilia, ma difendono lo schiavismo e proclamano la superiorità dell’uomo sulla donna

    E non dimenticare la Bibbia, la Chiesa e la Storia legata: nell’Antico Testamento la schiavitù è presente e non è che sia condannata.
    Solo nel 1891 Papa Leone XIII fece un’enciclica, la Rerum Novarum, in cui negava qualunque scusa valida per la schiavitù (che nello Stato papale fu presente fino alla fine del 18° secolo e in alcune istituzioni ecclesiastiche rimase anche nel XIX secolo).
    Quindi: o la schiavitù è bella; o facciamo sparire tutto.

  11. CeciliaNo Gravatar says:

    In successione: :((

    poi :[

    e infine un’alternanza di :p :choler: :p :choler: :p :choler:

    I neuroni di certa gente hanno fatto le valige e varcato la frontiera per non tornare più indietro, questa è la triste verità. Ed è pure l’unico commento che mi sento di fare senza scivolare in un WoT di insulti, che sono stanca e c’ho latino da ripassare.

  12. GulnarNo Gravatar says:

    E poi dicono che in italia c’è una fuga di cervelli. Potrebbero però portarsi dietro anche il resto del corpo, e non lasciarlo qui, a scrivere cose simili.

  13. OkamisNo Gravatar says:

    Pensiamo a misure fiscali agevolate per l’occupazione del suolo pubblico, pensiamo, insomma, a una soluzione concertata e condivisa con i Roma che possa riconoscere il diritto al “nomadismo sostenibile” come stile di vita soft, eco-compatibile e le tante attività artistiche, artigianali e culturali del popolo Roma come patrimonio dell’Europa.

    La cosa assurda (oddio, nemmeno troppo…) è che affermazioni come quella sopracitata, con i loro lunghissimi giri di parole politically correct, sono sintomo proprio del peggior razzismo. Ma vaglielo a spiegare…

  14. Terra NovaNo Gravatar says:

    neuroni di certa gente hanno fatto le valige e varcato la frontiera per non tornare più

    La piaga dei cervelli un fuga… :D

    Ma se Gerush92 fosse solo l’n-simo raffinamento della combo troll – attention whore?
    Come quel nonmiricordochesito che disse che il ragazzo stiantato dal palcoscenico di Jovanotti era la punizione divina per il Cherubino con la zeppola poiché favorevole al condom… ecco, paro paro.

    Terra Nova

  15. TengerNo Gravatar says:

    LA cosa che detesto del buonismo (a parte la sua intrinseca idiozia) è iche sia il concime del razzismo più becero. D’altra parte, come dice Okamis, l’assunto di base è lo stesso: quella data categoria/popolazione non è umana come lo siamo noi, ergo va trattata in maniera del tutto particolare (e soprttutto NON andare e dirgli “senti, hai rotto il cazzo, mi dici che minchia vuoi?”).

  16. ZweilawyerNo Gravatar says:

    valorizzazione delle attività tradizionali del popolo Roma

    Scusate, non ce la faccio. AHAHAHAHHAAHAHHAHAHAHAHAHAHAH.

    firmato
    Un Postmodernista Razzista

  17. Merphit KydillisNo Gravatar says:

    Non ho capito che c’entrino i romeni con le tradizioni di Roma.
    Ah, forse leggendo “rom” avrà capito “romeni” anziché “romani” :aie:

  18. TolmanNo Gravatar says:

    Altrove i rom si chiamano “roma”. E per la cronaca sono nomadi solo per necessità, tant’è vero che in Ungheria sono divenuti per lo più stanziali. Se la gente si informasse invece di sparare minchiate pseudo-caritatevoli…
    Quanto poi all’antisemitismo di Dante, ohibò. Si toglie lui e tutte le sue affermazioni violente, razziste ed omofobe e si lascia invece intatto l’Antico Testamento con le sue incitazioni alla strage, allo schiavismo, alla poligamia ed all’intolleranza – e sì, pure all’omofobia? Ma guarda un po’.
    La cosa più irritante è che questi deficienti totali usano il politically correct come il sistema dello struzzo, si finge che certe cose non ci siano e prima o poi spariranno (ma anche no). E poi tutta questa condiscendenza nei confronti di chi è emarginato, come se fossero tutti dei poveri bimbetti ritardati/pazzi furiosi con cui si deve parlare sempre piano e con calma, sennò vai a sapere che cosa ti combinano… mi raccomando, mai trattarli come interlocutori di pari livello, casomai si mostrassero davvero uguali a noi. Sai che figura.

  19. DagoRedNo Gravatar says:

    LA cosa che detesto del buonismo (a parte la sua intrinseca idiozia) è iche sia il concime del razzismo più becero. D’altra parte, come dice Okamis, l’assunto di base è lo stesso: quella data categoria/popolazione non è umana come lo siamo noi, ergo va trattata in maniera del tutto particolare (e soprttutto NON andare e dirgli “senti, hai rotto il cazzo, mi dici che minchia vuoi?”).


    Hai proprio ragione, SPORCA NASONA EBREA ^__^

  20. TengerNo Gravatar says:

    Hai proprio ragione, SPORCA NASONA EBREA ^__^

    D’altro canto è così semplice che anche un Giuseppe Simone avvocato terrone lo può capire ^w^

  21. DagoRedNo Gravatar says:

    Che carini: si vede che siete fatti l’uno per l’altra ^^


    Grazie. Contiamo di sposarci presto e di avere tanti piccoli Mischlinge ^^

  22. Fos87No Gravatar says:

    Grazie. Contiamo di sposarci presto e di avere tanti piccoli Mischlinge ^^

    Tenger lo sa o lo sta scoprendo in questo momento?

  23. TengerNo Gravatar says:

    Tenger vi augura di finire la carta igienica la notte di Natale durante un’epidemia di influenza intestinale.

  24. DagoRedNo Gravatar says:

    Non fa differenza. In una famiglia terrona che si rispetti il parere della donna non conta ^.^

  25. DagoRedNo Gravatar says:

    Tenger vi augura di finire la carta igienica la notte di Natale durante un’epidemia di influenza intestinale.


    Secondo te perchè mi son fatto prestare il Das Kapital edizione di lusso dal kompagno Tapiro? :D

  26. giuseppeNo Gravatar says:

    Ah, ah!! Siete dei pazzi scatenati!
    Da sinistra devo dire che Gherush92 è un pazzo scatenato: la difesa dei rom è veramente demenziale. Per esperienza personale (sono un insegnante) posso dire che ci sono ottimi rom (corretti, rispettosi delle regole, ecc.) e pessimi rom (ladri, pochissimo puliti e non si parli di impossibilità di lavarsi, violenti, ecc.). Ad onor del vero questo discorso vale per tutti: padani (ah, ah. Pazzi quasi come voi!!), “terroni”, italiani, nordafricani, sudafricani, estafricani, ovestafricani, finlandesi (mai avuto un allievo di colà ma sono sicuro che ci sono brutte persone anche tra loro……….).
    Saluti.

  27. CeciliaNo Gravatar says:

    mi raccomando, mai trattarli come interlocutori di pari livello, casomai si mostrassero davvero uguali a noi. Sai che figura.

    A questo proposito, ho vagato un po’ e sul sito del corriere, tra i commenti, ce n’erano anche un paio di persone che dicevano di essere gay e che, in successione, ritenevano fastidiose/offensive tutte queste premure non richieste nei loro confronti, manco fossero bimbi piccini picciò da difendere dal lupo cattivo, assurdo il voler censurare opere di letteratura e ridicolo il fatto che si leggesse Dante decontestualizzandolo.

    Cosa che mi conferma il fatto che a questi “difensori degli emarginati” (a parte il fatto che gli omosessuali in USA hanno lobby mica da ridere) alla fine frega il cazzo di quelli che dicono di voler difendere. Sono i primi a disprezzarli visto che neppure stanno a sentirli.

    Disprezzo profondo per costoro. :beurk:

  28. FrontìsNo Gravatar says:

    Sarà, ma a me torna in mente uno spezzone di Fahrenheit 451, pur dovutamente fuori dal discorso in cui è inserito:

    Consideriamo ora le minoranze in seno alla nostra civiltà. Più numerosa la popolazione, maggiori le minoranze. Non pestare i piedi ai cinofili, ai maniaci dei gatti, ai medici, agli avvocati, ai mercanti, ai pezzi grossi, ai mormoni, battisti, unitarii, cinesi della seconda generazione, oriundi svedesi, italiani, tedeschi, nativi del Texas, brooklyniani, irlandesi, oriundi dell’Oregon o del Messico.
    I personaggi di questo libro, di questa commedia, di questo programma della TV non rappresentano il menomo riferimento o allusione a reali pittori, cartografi, meccanici di qualsiasi città o paese. Più vasto il mercato, Montag, meno le controversie che ti conviene comporre, ricordalo! Tutte le minoranze, fino alle infime, vanno tenute bene, col loro bagnetto ogni mattina. […]
    Ecco, ci siamo, Montag, capisci? Non è stato il Governo a decidere; non ci sono stati in origine editti, manifesti, censure, no! ma la tecnologia, lo
    sfruttamento delle masse e la pressione delle minoranze hanno raggiunto lo scopo, grazie a Dio!

    Detto questo mi rilurko.

  29. FrundsbergNo Gravatar says:

    Vi dirò…io invece sono contento; era ora che la finissero di pigliarsela con le discipline scientifiche (evoluzione in primis) ogni volta che cambia il vento…ora che tocchi un pò alla letteratura sorbirsi questi totali deficienti :)

    (Dio che tristezza però =( )

    Come quel nonmiricordochesito che disse che il ragazzo stiantato dal palcoscenico di Jovanotti era la punizione divina per il Cherubino con la zeppola poiché favorevole al condom… ecco, paro paro.

    Era apparso su Pontifex, se non ricordo male…e poi ripreso da altri siti del calibro di Cattoliciromani e BastaBugie. Dopo lo Tsunami frutto dell’immenso amore divino (e dello spiccato odio che la divinità nutre per quei maledetti buddoscintoisti dei giappi), pare che si sia passati ad interventi decisamente più mirati (anche se ancora da perfezionare, visto che invece del Jovanotti è stato fatto secco uno che passava di lì…ma che ci volete fare, da lassù mica è facile prendere bene la mira…comunque pare si stia allenando, basta vedere cos’è successo al palco della Pausini :-| )

  30. BaldurianNo Gravatar says:

    Vabbé dai… commentare le opinioni di un pischello di 19 anni che spara cazzate su internet è solo una perdita di tempo. Domani magari una certa xXxFaRfALlInAxXx95 se ne esce con una sparata su Hemingway… non capisco tutta questa acredine.

  31. NuradesNo Gravatar says:

    La replica me l’ero persa.

    Ogni tanto finisco per dimenticare quanto possa essere profonda la stupidità e l’ignoranza.

  32. TapiroulantNo Gravatar says:

    Vabbé dai… commentare le opinioni di un pischello di 19 anni che spara cazzate su internet è solo una perdita di tempo. Domani magari una certa xXxFaRfALlInAxXx95 se ne esce con una sparata su Hemingway… non capisco tutta questa acredine.

    E’ arrivato il genio.
    Gherush92 non è il nick di un 19enne, è un’organizzazione.
    Dal link che ti invito a seguire:

    “CHI SIAMO
    Gherush92 Comitato per i Diritti Umani è un’organizzazione non governativa no profit.
    L’attività di Gherush92 si è concentrata nell’elaborazione e realizzazione di ricerche, studi e progetti, relativi ai diritti umani e ai temi connessi, quali razzismo, risoluzione dei conflitti, diritti fondamentali dell’uomo, sviluppo sostenibile.”

    Impariamo a leggere gli articoli.

    Detto questo, che le opinioni di questa Gherush siano completamente irrilevanti sul piano nazionale e internazionale, siamo anche d’accordo.

  33. AlberelloNo Gravatar says:

    Alcuni di voi l’avranno già letta, ma avevo anticipato di qualche minuto Zwei nella stesura dell’articolo commentando così dal Duca:

    http://www.steamfantasy.it/blog/2012/03/09/i-coniglietti-del-venerdi-77/#comment-38646

    Vabbé dai… commentare le opinioni di un pischello di 19 anni che spara cazzate su internet è solo una perdita di tempo. Domani magari una certa xXxFaRfALlInAxXx95 se ne esce con una sparata su Hemingway… non capisco tutta questa acredine.

    Non è un ragazzino di 19 anni, è una tizia laureata in architettura e il nick è di un’associazione: http://www.gherush92.com/home_it.asp

    Che siano ipocriti e razzisti in primis si nota da questo passaggio:

    Riguardo al soggetto del razzismo, inteso come negazione della diversità biologica e culturale

    Secondo questi luminari se io affermo che i negri sono biologicamente diversi da noi, sono una brava persona.




    Ma teoricamente non si dovrebbe cercare di eliminarle le diversità per andare tutti d’accordo? O.o
    A volte mi chiedo veramente cosa cazzo studi la gente all’università e ringrazio Dio di aver scelto un corso professionale che mi ha concesso un lavoro facilmente reperibile.

    Comunque basta, da domani costruiremo dei campi di diversamente espansione in cui relegare i diversamente biologici in modo che si trovino a loro agio separati dai normali.

    Cazzo, questo si che è combattere il razzismo! Come metterla nel culo al negro usando un sacco di vasellina bianca, yum yum.

  34. TolmanNo Gravatar says:

    Già fatto. E pure lunghetto. Ma è comunque poco, considerati i soggetti. Auguro loro di passare solo mezz’ora in una delle mie classi, così possono vedere quanti danni ha provocato la fissazione col politically correct.

  35. BaldurianNo Gravatar says:

    E’ arrivato il genio.
    Gherush92 non è il nick di un 19enne, è un’organizzazione.

    Lol, lo so, già stamattina alla lettura dell’articolo ero andato a vedere chi cavolo erano. Però l’idea dell’under 20 brufolosetto che dispensa cazzate su Dante mi è rimasta attaccata al cervellino appena ho letto Gherush92. E almeno in quel caso una piccola scusante ci sarebbe.

  36. Anonimo QualsiasiNo Gravatar says:

    Cristo Re Santo, erano meglio l’Inquisizione e il KGB.
    La prima non ti menava stronzate circa il suo impiego e il secondo aveva la dignità di agire nel segreto.

    Senza contare che queste due vecchie istituzioni funzionavano e non erano al servizio di un’inutilità come l’ONU, Organizzazione dei Nabbi Utopistici.

  37. HinorNo Gravatar says:

    A me viene in mente solo una cosa leggendo questo…

    « Chi controlla il passato controlla il futuro.
    Chi controlla il presente controlla il passato. »

    ( 1984)

  38. M.T.No Gravatar says:

    A questa associazione si può associare il detto “la mamma degli imbecilli è sempre gravida”. Ma non vorrei che la loro uscita fosse un modo per far parlare di sé, per avere pubblicità.
    Dove sia l’antisemitiscmo è un mistero: ho letto la Divina Commedia e non ho mai ravvisato nulla del genere. A parte contesti del periodo politico di allora, vi ho visto uno specchio dell’animo umano, di percorsi giusti e sbagliati che intraprende l’uomo.
    Quello che vedo in questa associazione è una grande ingoranza, che vuol rendere tutti ignoranti. E si sa che più uno lo è, maggiormente è controllabile.

    Hinor: ottima citazione di 1984, molto azzeccata: spiega bene cosa vorrebbero fare certi gruppi-

  39. ZweilawyerNo Gravatar says:

    Ho fatto delle ricerche e letto quasi tutti gli articoli sul sito di G92. Si tratta di un’organizzazione che dovrebbe avere una medaglia d’onore all’ignoranza.
    Spara a zero sul cristianesimo e difende (in maniera demente) ebrei, rom, omosessuali ecc. facendo di tutta l’erba u fascio.

    Un estratto:

    Oggi, 17 febbraio 1798, papa Pio VI, maledetto sia, è arrestato dalle truppe francesi per essere il mandante dell’assedio del ghetto (Mo’ed di Piombo), dell’uccisione del diplomatico francese Basville e del generale Duphot. Dopo essersi liberati dopo 243 anni di segregazione, armi alla mano, gli ebrei, insieme ai rivoluzionari francesi e a cittadini repubblicani, al canto di La Marseillaise e La Carmagnole erigono, a Piazza delle Cinque Scole nel cuore del ghetto di Roma, l’albero della libertà, simbolo di tutte le rivoluzioni e liberazioni degli oppressi. L’albero porta la scritta “Tremate o tiranni, tremate o perfidi, alla vista della sacra immagine della libertà! “

    .

    Il razzismo cristiano è una vera e propria cultura, ben radicata, identificata e documentata, che ha un’origine, una storia, dei responsabili e dei sostenitori. La cultura del razzismo ha radici antiche e consolidate, ha interessato gran parte della letteratura, dell’arte, della scienza e del sapere in occidente e per secoli ha mistificato la realtà storica e del diritto utilizzando termini e strumenti riconoscibili, accertabili e verificati [da noi ritardati del G92].

    Le donne, insieme ai bambini e ai minori, sono accusati di essere seducenti, ammaliatori e provocanti: “Ci sono minori che sono consenzienti, che desiderano avere rapporti sessuali e che se non stai attento ti provocano persino”

    Per questo il sistema cristianesimo, con le sue organizzazioni e istituzioni e singoli individui, deve essere processato e, se colpevole, condannato per non nuocere ulteriormente all’umanità.

    Benigni, ebreo, non ha nulla di ebraico. Non una parola, un pensiero, un’allusione, un atteggiamento, che permetta allo spettatore di identificarlo come tale. Spogliato della sua diversità, l’ebreo-non ebreo Benigni, da stolto giullare, irride le leggi razziali come nessun cittadino ebreo allora avrebbe potuto fare. La legislazione razziale fu una tragedia immane per gli ebrei italiani ed europei, ma dal film ciò neanche traspare.

    Far ridere sulle leggi razziali alimenta, oggi come allora, le battute razziste. A quel tempo sicuramente nessun ebreo ne rise, mentre fiorirono quelle barzellette e storielle, che purtroppo ancora oggi siamo costretti ad ascoltare, che ridicolizzano gli ebrei prendendo come riferimento proprio gli stereotipi del Manifesto della Razza.

    AAHAHAHAHAHA ma sono dei poveri buffoni, regalategli naso rosso e scarpe numero 60.

  40. M.T.No Gravatar says:

    Più che regalargli la maschera da clowm, sarebbe da dargli una stanza con alla finestra e alla porta delle sbarre.

    Quello che leggo sono frasi di estremisti e come tali, a prescindere dalla parte politica o religiose cui si attribuiscono d’appartenere, sono pericolosi e da tenere d’occhio. Dimenticano, o vogliono dimenticare, che sono individui come loro (e non religioni come cristianesimo, islam, ebraismo, induismo) la piaga che infetta l’umanità. Ancora una volta è l’individuo con il suo modo di fare, pensare, porsi, che rende malvagio qualcosa: come si dice, la malvagità è nella mente di chi guarda.

  41. polveredighiaccioNo Gravatar says:

    In pratica l’antitesi di quelli di Pontifex. Se li mettiamo su opposte barricate si annullano a vicenda a colpi di sciocchezze bigotte e basate sul nulla.

  42. MakkoNo Gravatar says:

    Scioccante. Non ho parole.

    Tra l’altro sempre più spesso mi soffermo a pensare che ci sia una sorta di potere oscuro che sta cercando di islamizzare l’Europa in modo subdolo e meschino.
    Una volta parlando con un marocchino (era da poco successo il fattaccio delle torri gemelle a New York) questi mi disse che credeva poco alla tesi dell’attentato islamico poichè: “… non ci servono pistole e bombe. Noi vi conquisteremo usando i grembi delle nostre e vostre donne!”.

  43. aealithNo Gravatar says:

    De lurking breve: le citazioni di Zwei sono meravigliose. Nella parte su Benigni: quindi secondo loro una corretta rappresentazione degli ebrei deve mostrarli che si portano in giro il candelabro a sette braccia d’ordinanza con nasone da Shylock? LOL

  44. FrancescaNo Gravatar says:

    Beh, avete già detto praticamente tutto quello che penso sull’immane quantità di testi letterari/testimonianze storiche/libri religiosi che secondo questa mentalità andrebbero cancellati dalla faccia della terra per il loro contenuto, sull’osservare opere fuori dal loro contesto storico e sul razzismo mascherato da difesa delle minoranze, quindi non mi resta molto da aggiungere, se non che ho iniziato quest’anno lo studio della Commedia e francamente mi risulta difficile considerare anche solo vagamente possibile che qualche mio coetaneo possa cominciare a coltivare sentimenti di razzismo, antisemitismo e omofobia così, di punto in bianco, semplicemente leggendo Dante: se hanno questo tipo di idee, le hanno per conto loro e da ben prima di studiarlo.

    Oltretutto, la domanda mi sorge spontanea: se si eliminano dai programmi scolastici tutte “le opere […] dell’ingegno che, in parte o in tutto, presentino contenuti antisemiti e razzisti”, che cosa ci faranno leggere? Moccia? :[

  45. FrancescaNo Gravatar says:

    Ho letto adesso le citazioni… Ma come si fa? Assumono in pieno gli atteggiamenti che criticano, e si sentono pure paladini della giustizia! Senza parole.

  46. TengerNo Gravatar says:

    Sono la sola a trvare l’abissaòle imbecillità di questi mentecatti insultante? *Disgusto a palate*
    Certagente andrebbe per lo meno sterilizzata.

    Ah, da oggi mi metterò il nasone e andrò in giro col candelabro a sette braccia. Sì, lo so che la mia ascendenza ebraica è molto annacquata, ma non vorrei si pensasse che rinnego le mie radici. Per onorare anche la Terronia cosa devo mettere, la coppola? O andare ad appiccare incendi nei parchi nazionali?

  47. TapiroulantNo Gravatar says:

    se si eliminano dai programmi scolastici tutte “le opere […] dell’ingegno che, in parte o in tutto, presentino contenuti antisemiti e razzisti”, che cosa ci faranno leggere?

    La Pimpa.

  48. TengerNo Gravatar says:

    In una puntata la Pimpa andava in Australia gonfiando le ruote della bici. Dei bambini potrebbero pensare di farlo sul serio e annegare! Fonderò un’associazione perché siano rimosse dalla Faccia Della Terra tutte le cose che possono ispirare atti inconsulti che mettano a repentaglio vite umane!!!1!

  49. DagoRedNo Gravatar says:

    Per onorare anche la Terronia cosa devo mettere, la coppola? O andare ad appiccare incendi nei parchi nazionali?


    Ma no. Basta che mi sposi e mi scodelli 8-9 figlioli da accudire amabilmente fra pensagli d’aglio e marmitte borbottanti di pommarola :)

  50. TengerNo Gravatar says:

    Ma no. Basta che mi sposi e mi scodelli 8-9 figlioli da accudire amabilmente fra pensagli d’aglio e marmitte borbottanti di pommarola :)

    Dago, come si dice dalle mie parti: datti fo’o :p

  51. CeciliaNo Gravatar says:

    Questo… questo è… è… No, inutile tentare di esprimermi.

    Faccio solo notare che, se quel che ho capito è giusto, il loro nome è l’unione dell’ebraico “espulsione” e di “1492”. Se questi covano rancore da allora mi pare ovvio che la contestualizzazione non sanno nemmeno dove stia di casa.

    Per questo il sistema cristianesimo, con le sue organizzazioni e istituzioni e singoli individui, deve essere processato e, se colpevole, condannato per non nuocere ulteriormente all’umanità.

    Che mi avvisino se devo andare sulla sedia elettrica (o, considerato il martirio della mia santa omonima, se devo finire decapitata), che almeno mi confesso e trovo il modo di nascondere mia sorella e i miei. Ma hanno vagamente un’idea di quello che dicono?
    Se è uno scherzo, no, non fa ridere.

  52. TolmanNo Gravatar says:

    Come se non bastassero le porcate commesse da Israele per rifarsi alla grande di quello che è stato fatto patire al popolo ebraico. Ma sì, facciamo anche un bel pogrom contro i cristiani, secondo quel bel metodo di punire i figli per le colpe dei padri. Se il nome che si sono messi deriva davvero dall’espulsione del 1492, questi qui sono da manicomio criminale.

  53. TapiroulantNo Gravatar says:

    In una puntata la Pimpa andava in Australia gonfiando le ruote della bici. Dei bambini potrebbero pensare di farlo sul serio e annegare!

    OH FUCK
    Non ci si può fidare nemmeno della Pimpa.
    Non ho più punti di riferimento.

  54. Anonimo QualsiasiNo Gravatar says:

    Noto che fra gli articoli hanno trovato anche la faccia bronzea di citare un intero brano di Pirandello.

    Ma è corretto citare un “artista” che aderì al fascismo e fece rinchiudere la moglie in manicomio? :)

  55. NuradesNo Gravatar says:

    Come se non bastassero le porcate commesse da Israele

    Stavo cominciando a chiedermi come mai non si prendessero le stupidaggini di questi quattro fanatici per accusare l’intero popolo ebraico.

  56. DagoRedNo Gravatar says:

    Ma è corretto citare un “artista” che aderì al fascismo e fece rinchiudere la moglie in manicomio? :)

    +

    Stima per Luigi :-[)

  57. Merphit KydillisNo Gravatar says:

    Per questo il sistema cristianesimo, con le sue organizzazioni e istituzioni e singoli individui, deve essere processato e, se colpevole, condannato per non nuocere ulteriormente all’umanità.

    Sono ancora in tempo per diventare buddhista? :lol:

  58. TolmanNo Gravatar says:

    Stavo cominciando a chiedermi come mai non si prendessero le stupidaggini di questi quattro fanatici per accusare l’intero popolo ebraico.

    Attenzione, parlavo di Israele, uno stato sovrano il cui governo ultimamente ne sta combinando di cotte e di crude. Gran parte del popolo ebraico intelligentemente sta altrove (tipo a quaranta metri da casa mia, dove hanno una stupenda sinagoga). E non ci pensano nemmeno lontanamente a vietare Dante o sparare minchiate come questi. Ma siamo sicuri che questi malati di mente non siano in realtà un gruppo di sobillatori impegnati a ridare forza all’antisemitismo attribuendo agli ebrei idee deliranti come questa? Una specie di “Protocolli dei Savi di Sion” senza l’ingrediente segretezza, che ormai è passato di moda. Sarò paranoico…

  59. Merphit KydillisNo Gravatar says:

    […] insieme ai bambini e ai minori, sono accusati di essere seducenti, ammaliatori e provocanti: “Ci sono minori che sono consenzienti, che desiderano avere rapporti sessuali e che se non stai attento ti provocano persino”

    Da quello che vedo nei servizi de Le Iene (ah, oggi è giovedi :love: ) mi pare invece l’esatto contrario.
    Credo di aver notato un errore di grammatica:

    Oggi, 17 febbraio 1798, papa Pio VI, maledetto sia, è arrestato dalle truppe francesi […]

    Dovrebbe essere “sia maledetto, è stato arrestato”. Riguardo invece la citazione intera:

    Oggi, 17 febbraio 1798, papa Pio VI, maledetto sia, è arrestato dalle truppe francesi per essere il mandante dell’assedio del ghetto (Mo’ed di Piombo), dell’uccisione del diplomatico francese Basville e del generale Duphot. Dopo essersi liberati dopo 243 anni di segregazione, armi alla mano, gli ebrei, insieme ai rivoluzionari francesi e a cittadini repubblicani, al canto di La Marseillaise e La Carmagnole erigono, a Piazza delle Cinque Scole nel cuore del ghetto di Roma, l’albero della libertà, simbolo di tutte le rivoluzioni e liberazioni degli oppressi. L’albero porta la scritta “Tremate o tiranni, tremate o perfidi, alla vista della sacra immagine della libertà! “

    Mi pare che, all’epoca, ci fosse il Consolato (e Napoleone come Primo Console), la corrente politica formatasi dopo le ghigliottinate dei nobili francesi. Mi pare che qualcuno avesse detto che la Rivoluzione Francese fosse stata provocata da un connubio di giudei e massoni. Mi pare, eh, non vorrei apparrire come un cattolico che vuole radere al suolo i (liberi) ghetti italici rimasti in piedi

  60. BlackstormNo Gravatar says:

    Sigh. Non so se ridere o piangere. Dei razzisti che danno del razzista ad altri… Pretendo una task force formata da Zodd e dalla Zweihander di Zwei. E un macchinario che riproduce a ciclo continuo Ancess e Unika. Li voglio vedere implorare la morte violenta via Zodd+Zweihander.

  61. NuradesNo Gravatar says:

    Ma siamo sicuri che questi malati di mente non siano in realtà un gruppo di sobillatori impegnati a ridare forza all’antisemitismo attribuendo agli ebrei idee deliranti come questa?

    Non credo. La madre dei cretini è sempre incinta, e i cretini esistono tra gli ebrei come tra chiunque altro. Comunque non c’è dubbio che una sparata grottesca come quella di Gherush92 dia cibo all’antisemitismo.

    Su Israele… noi spesso ci dimentichiamo che è stato il mondo occidentale tout court a usare la Shoah come utile strumento di propaganda. I vincitori statunitensi e sovietici hanno usato lo sterminio degli ebrei come argomento inoppugnabile per identificare Hitler con il male, autoconferendosi lo status di santi protettori della giustizia e della libertà. La propaganda ripetuta alla nausea su campi di concentramento e nazismo non è stata creata dagli ebrei, ma dai vincitori della guerra.
    La stessa nascita dello stato di Israele fu ben lungi dall’essere un grazioso dono della comunità internazionale agli ebrei. Fu anzi fortemente osteggiata, salvo poi riconoscerla quando non fu più possibile fare diversamente. Nessuno ha donato nulla agli israeliani, ma una volta consolidatosi lo status quo, il non riconoscere Israele avrebbe significato abiurare le basi culturali e propagandistiche su cui si giustificava tutta la politica post-bellica.
    La stessa comunità internazionale non ha mai preso una posizione netta sull’intera questione. Le scelte di Israele oggi sono legate alla situazione, e la situazione è quella che è per responsabilità dell’intera politica mondiale, non per qualche odio atavico e irragionevole tra israeliani e palestinesi.

    E’ per questo che la propaganda antisionista mi fa venire i brividi. Perché mi sono reso conto del fatto che l’antiebraismo è così radicato nella nostra cultura da essere inestirpabile. Succhiamo odio antiebraico insieme al latte. Lo assorbiamo in qualche misura anche se cresciamo nella famiglia più colta, liberale e egualitaria, perché è intrinseco alla nostra cultura. E l’antiebraismo uscito dalla finestra è rientrato dalla porta: l’antisemitismo, parola tabù legata all’arcinemico Hitler, si è rifatta una verginità con il nuovo nome di antisionismo, e vive indisturbato e politicamente corretto nel cuore della cultura occidentale.

  62. FedericoNo Gravatar says:

    mah, tutto quello che volevo dire l’han già detto, soprattutto Tenger e Okamis.
    Comunque per fare un po’ di aneddotica: conosco un tizio che, per le idee che esprime, potrebbe anche far parte dell’organizzazione. è anche un tizio che, quando un diversamente bianco per strada gli vuole rifilare un accendino, una rosa o altro per un euro lo guarda come se gli stesse offrendo la sifilide. Mah, sarò io che penso male

  63. TapiroulantNo Gravatar says:

    Ma siamo sicuri che questi malati di mente non siano in realtà un gruppo di sobillatori impegnati a ridare forza all’antisemitismo attribuendo agli ebrei idee deliranti come questa?

    Mannò.
    E’ gente che tenta di dare un senso alla propria vita con i soli mezzi che il loro modesto intelletto gli ha suggerito, inventando nemici immaginari e cercando di farsi notare con affermazioni roboanti.

    mi sono reso conto del fatto che l’antiebraismo è così radicato nella nostra cultura da essere inestirpabile. Succhiamo odio antiebraico insieme al latte. Lo assorbiamo in qualche misura anche se cresciamo nella famiglia più colta, liberale e egualitaria, perché è intrinseco alla nostra cultura

    Ma dove vivi?
    Non so te, ma dalle mie parti l’antiebraismo (o antisionismo) è una cosa che praticamente non esiste. Ci sono razzismi di tutti i tipi: contro gli arabi, i turchi, gli albanesi, i rumeni, i rom, i serbi, i peruviani, i cileni, i nigeriani, i senegalesi, i cinesi, i bengalesi, i filippini. Dimmi un popolo sfigato e c’è.
    Di tutti questi, direi che l’antiebraismo è proprio il meno rappresentato.

  64. TengerNo Gravatar says:

    Skfs ebbrei v odio xk mssakrate i bmbn

    Magari… *sospiro*

    Anche il prossimo articolo riguarderà G92. Il loro sito è una miniera di materiale retard.

    Vai Zwei. Sparare sulla Croce Rossa non è elegante, ma sparare sulle teste di cazzo è uno sport salutare e socialmente utile :love:

    Di tutti questi, direi che l’antiebraismo è proprio il meno rappresentato.

    Qui in Francia tira brutta aria. Per ora le leggi permettono un funzionamento tutto sommato buono del casino multietnico che è Parigi (giuro, io non conosco un parigino autentico che sia uno XD), ma sentire la gente nei bar o leggere i commenti agli articoli di giornale fa venire la pelle d’oca.
    Il più eclatante è l’islamofobia. Roba allucinante. Su un articolo che parla dell’Iran, più della metà dei commenti sono gente isterica che ci mette in guardia contro l’onda islamica (ma se vi fanno tanta paura, perché non lasciate che si ammazzino tra di loro in santa pace? E’ quello che hanno sempre fatto!)
    L’antisemitismo è anche molto forte, ma fa meno casino, perché è talmente radicato che la gente lo da’ per scontato senza nemmeno rendersene conto. Ho sentito persone intelligenti ed educate uscirsene con luighi comuni suigli ebrei corrotti, ma NON perché ci credessero, semplicemente perché è talmente un leit motiv che non ci avevano mai posto mente locale. Se ne sono resi conto solo quando gli ho fatto notare che di delinquenti ce ne sono in tutti i popoli e che i miei parenti ebrei non avevano mai fatto del male a nessuno (e loro ci hanno pure creduto, muhahahahaha 8) ).
    It’s a fucked up world. E questi imbecilli sono una manica di ritardati che non fa che affossare la situazione.

  65. DagoRedNo Gravatar says:

    L’antisemitismo è una minkiata paurosa, dato che gli ebrei sono oggi come oggi totalmente integrati nelle società europee. Sono come i valdesi, con la differenza che non scassano il cazzo e non chiedono il mio 8×1000. Certo, a volte tendi a innamorati di loro :love:


    Ben altra questione l’immigrazione di massa degli islamici e la situazione delle banlieue. Ma vabbè, lì mi taccio sennò poi mi danno del nazifasciodentista con scappellamento stalinista e buuu buuu vergogna…

  66. NullNo Gravatar says:

    Se ne sono resi conto solo quando gli ho fatto notare che di delinquenti ce ne sono in tutti i popoli e che i miei parenti ebrei non avevano mai fatto del male a nessuno (e loro ci hanno pure creduto, muhahahahaha 8) ).

    Non c’era mica un augusto antenato che contribuì ad avvicinare maggiormente Pietro d’Arbues al Signore :) ?

  67. DagoRedNo Gravatar says:

    Senza considerare che vi siete venduti il buon Grisù per 30 denari (io lo avrei quotato almeno 100!) :)

  68. LuxiferNo Gravatar says:

    Quoto Tengy. L’antisemitismo si nota poco perchè è molto radicato e difficile di notare. Se ci si pensa un’attimo spesso si usano frasi tipo “Eh, ma gli ebrei…etc” che in teoria cataloga persone che seguono una religione al pari di un ‘razza’. E’ una cosa che si usa anche per gli islamici, solo che per gli islamici ci si indigna, per gli ebrei è talmente d’uso comune che è normale. Fa un po’ strano a dire il vero…

  69. NuradesNo Gravatar says:

    Ma dove vivi?

    In un mondo che odia gli ebrei.

    Ha ben illustrato la cosa Tenger. L’antiebraismo è così scontato che le persone non lo vedono. Fa parte del contesto quanto l’aria che respiriamo.

  70. TolmanNo Gravatar says:

    la questione in effetti è intricata, anche perché l’ebraismo non si limita ad essere una religione tout court. Si è ebrei se figli di donna ebrea, almeno secondo l’halakhah, a quanto ricordo, e quindi discendente di una delle tribù di Israele (benché, se ben ricordo, di tribù diverse da quella di Giuda non è che sia rimasto granché). Secondo alcuni rabbini, l’ebreo è tale in quanto è figlio di ebrea, circonciso ed osservante della Legge. Che creda o meno, paradossalmente, a loro non importa. Poi ci sono mille altre varianti, a complicare ulteriormente le cose.

  71. FrundsbergNo Gravatar says:

    Non so te, ma dalle mie parti l’antiebraismo (o antisionismo) è una cosa che praticamente non esiste. Ci sono razzismi di tutti i tipi: contro gli arabi, i turchi, gli albanesi, i rumeni, i rom, i serbi, i peruviani, i cileni, i nigeriani, i senegalesi, i cinesi, i bengalesi, i filippini. Dimmi un popolo sfigato e c’è.
    Di tutti questi, direi che l’antiebraismo è proprio il meno rappresentato.

    Sottoscrivo, anche dalle mie parti è così….ma a quanto pare non è la prassi.

  72. MauroNo Gravatar says:

    Vorrei sottolineare che, in quanto affetto da tale sindrome, mi sento profondamente offeso da tutte le occorrenze di “miope” per indicare una persona poco accorta, in quanto uso discriminatorio verso chi semplicemente è dotato di una visione sfocata in determinate situazioni.
    Considerando che i miopi sono stimati essere dal 12.3% al 35.3% della popolazione mondiale, mentre gli ebrei sono solo lo 0.2%, la cosa è chiaramente gravissima. Chiedo quindi che s’inizi la giusta crociata in tal senso, eliminando dai programmi scolastici, ma anche dall’esistenza, qualunque opera (libro, film, sito, ecc.) in cui si faccia un tale uso discriminatorio del termine.
    Lo stesso “miope” è chiaramente offensivo; richiedo quindi di sostituirlo con “persona diversamente vedente da lontano”.

  73. CeciliaNo Gravatar says:

    Anche il prossimo articolo riguarderà G92. Il loro sito è una miniera di materiale retard.

    Immaginavo che ci saresti sguazzato :)

    Mi accodo a Tenger, vai nostro prode. Perculali. :-[)

  74. DagoRedNo Gravatar says:

    Ha ben illustrato la cosa Tenger. L’antiebraismo è così scontato che le persone non lo vedono. Fa parte del contesto quanto l’aria che respiriamo.


    Uat?? ma ndo vivi? a teheran? :[
    Da come la metti te sembra che la gente dal panettiere e dal fruttivendolo non faccia altro che maledire gli sporchi nasoni.
    Io invece in vita mia non ho mai sentito oronzo antonaci o assunta papadia nominare i figli di adamo. Anche perchè, non essendocene praticamente in Italia, non ne hanno mai visto uno.
    Tutt’altro li si sente inveire contro rom e immigrati irregolari. E a ragione, aggiungo pure.

  75. AlberelloNo Gravatar says:

    Confermo, mai sentiti insulti rivolti agli ebrei, nè prima in Lombardia in provincia di Varese, nè ora qui in Sardegna in provincia di Cagliari. Nei miei 27 anni di vita.

    Come dice Tapiro, se la prendono un pò con tutti in Italia, ma gli ebrei restano pesantemente in fondo alla classifica. So che dispiacerà loro non essere più al centro dell’attenzione persecutoria, ma se ci tengono così tanto che facciano qualcosa per farsi odiare un pò di più, che diamine.

    L’unica cosa che ho sentito qui in clinica dove lavoro da una signora è stato:
    “Stiamo diventando tutti ebrei” in relazione al fatto che il prete locale non viene a dir messa nella cappella preposta in struttura. Ma più che un’offesa verso di loro è una critica ai preti, quindi tutto regolare.

  76. TengerNo Gravatar says:

    Non c’era mica un augusto antenato che contribuì ad avvicinare maggiormente Pietro d’Arbues al Signore :) ?

    E’ stato fatto santo perché martire, ergo gli abbiamo fatto un favore U_U Vorrei fare la stessa buona azione per il nostro adorato pontefice, ma il bastardo sta troppo in guardia.

    Per gli ebrei, io parlo della Francia -_^ Pare che sia normale il processo mentale
    “Il tale è corrotto”
    “Eh, ma hai visto che nome? Di sicuro è giudeo”
    Sì, ma che cazzo c’entra l’essere giudeo con l’essere corrotto? Non esistono francesi corrotti?

    Peraltro, in una classe di ITALIANI, ho assistito a un’esplosione di demenza.
    “Questo tizio dice che Sarkozy è razzista, e lui si chiama Levy. E’ di certo ebreo!”
    “Hum, e con ciò?”
    “Gli ebrei sono dei cani razzisti, stragisti, assassini, macellai di massa, pazzi sterminatori, sono uguali ai nazzisti, dovrebbero morire tutti!”
    E NESSUNO trovava la sparata fuori luogo.
    Con tutto che il governo Israeliano lo vedrei bene appeso per il collo in toto e che stanno infilando una stronzata dietro l’altra, non mi pare che nessuno per ora abbia pianificato un sistema industrializzato di sterminio dell’intero popolo palestinese (non ne hanno bisogno, si ammazzano molto bene tra di loro ^_^).

    Peraltro, io non sono il genere di donzella che s’incazza se qualcuno dice “non fare il giudeo!” per dire “non essere tirchio” o roba simile -_^ Ma quando danno per scontato che un’intero popolo sia ladro/corrotto/assassino/fontedelmale, quale che questo popolo sia, a me girano parecchio i coglioni. Riguardo agli ebrei un pochino di più, ma solo perché sono imparziale e venduta al sistema.
    Come d’altro canto non m’incazzo se un amico mi dice “vai a farmi un panino, femmina!”, ma la prenderei male se qualcuno volesse darmi un lavoro perché sono una povera donnetta che se non ci si mette la legge ad agevolarmi non ce la farò mai.

  77. TolmanNo Gravatar says:

    Vorrei sottolineare che, in quanto affetto da tale sindrome, mi sento profondamente offeso da tutte le occorrenze di “miope” per indicare una persona poco accorta, in quanto uso discriminatorio verso chi semplicemente è dotato di una visione sfocata in determinate situazioni.
    Considerando che i miopi sono stimati essere dal 12.3% al 35.3% della popolazione mondiale, mentre gli ebrei sono solo lo 0.2%, la cosa è chiaramente gravissima. Chiedo quindi che s’inizi la giusta crociata in tal senso, eliminando dai programmi scolastici, ma anche dall’esistenza, qualunque opera (libro, film, sito, ecc.) in cui si faccia un tale uso discriminatorio del termine.
    Lo stesso “miope” è chiaramente offensivo; richiedo quindi di sostituirlo con “persona diversamente vedente da lontano”.

    Non me ne parlare, non me ne parlare, guarda. Pretendo che l’intera serie di cartoni di Mr. Magoo, compresa la versione cinematografica, venga data alle fiamme. Eccheccavolo. Solo perché non ho dieci decimi devo essere discriminato? Vogliamo poi parlare delle persone affette da irsutismo, universalmente dipinte come esseri rozzi e scimmieschi (senza voler mancare di rispetto ai primati, s’intende) se non addirittura licantropi? O quelle col problema della calvizie, che solo di recente sono passate in rari casi a ruoli positivi, dopo secoli in cui hanno rigorosamente vestito i panni del “cattivo”? Come portatore di scriminatura larga e fronte alta riterrei giusto eliminare i film di James Bond e pure quelli di Austin Powers, per non parlare dei molti film in cui Yul Brynner aveva ruoli negativi. E pretendo le pubbliche scuse dell’intera cittadinanza vivente e non di Firenze, per aver affibbiato alla statua di Donatello raffigurante il profeta Abacuc l’insultante epiteto di “zuccone”.
    No, non la voglio quella camicia. Non me la posso abbottonare da solo, e poi ha le maniche troppo lunghe. Perché ha quei lacci in fondo? Chi sono quei tizi vestiti di bianco? Che volete farmi con quella siringa?

  78. TapiroulantNo Gravatar says:

    Per gli ebrei, io parlo della Francia -_^ Pare che sia normale il processo mentale
    “Il tale è corrotto”
    “Eh, ma hai visto che nome? Di sicuro è giudeo”

    Ah, ecco perché in Italia il problema non esiste!
    Come si svolgerebbe lo stesso dialogo in Italia:

    “Il tale è corrotto”.
    “Bella forza, è italiano”.

    Se ci si pensa un’attimo spesso si usano frasi tipo “Eh, ma gli ebrei…etc” che in teoria cataloga persone che seguono una religione al pari di un ‘razza’

    Se è per questo si dice anche che i genovesi hanno tutti il braccino corto, i napoletani sono tutti camorristi e i meridionali non c’hanno mai voglia di lavorare. Non mi sembra molto indicativo.

  79. TengerNo Gravatar says:

    @Tapiro
    Sarà per questo :) In Francia a quella storia dei giudei che governano il mondo in diversi ci credono davvero :aie:

    Dicono anche che i fiorentini sono attaccabrighe e sboccati, ma non è vero! E chi dice il contrario ha il babbo becco e di conseguenza la mamma maiala (cit.).

  80. LuxiferNo Gravatar says:

    Tapì, il fatto è che la definizio del dizionario sul razzismo è quella.

    Più genericam., complesso di manifestazioni o atteggiamenti di intolleranza originati da profondi e radicati pregiudizî sociali ed espressi attraverso forme di disprezzo ed emarginazione nei confronti di individui o gruppi appartenenti a comunità etniche e culturali diverse, spesso ritenute inferiori.

    Ogni qual volta raggruppi un certo numero di individui secondo etnicità o motivi culturale per denigrarli è razzismo. Era questo che facevo notare x°D Poi c’è chi, come stò gruppo, ci tira su boiate e chi come me se ne fotte.

  81. TapiroulantNo Gravatar says:

    @Luxifer: E’ che trovo fastidioso attribuire questi atteggiamenti a una “tipicità” dell’occidente, o della cristianità, o che altro.
    Quelli della tribù del falco dicevano che tutti quelli della tribù del bufalo fossero dei pallemosce e che le loro donne si scopavano i cani. La discriminazione degli elementi che non fanno parte del suo “gruppo di appartenenza” è un dato fondamentale dell’animale uomo.

  82. DagoRedNo Gravatar says:

    Maledetti franzosi mangiarane e razzisti :-|

    Dolce Tengi, non ti preoccupare, ti proteGGio io dai rigurgiti antisemiti :8

    E in caso di pogrom e/o folla assetata di sangue, ricorda che puoi sempre venire a nasconderti…nel mio letto :)

  83. Merphit KydillisNo Gravatar says:

    Cosa strana: mi sono registrato al loro sito, ma nonostante l’email di conferma che mi è arrivata mi segnala che il mio account è disabilitato.
    Poi, in una pagina del sito, mi appare questo messaggio:

    Per avere il tuo account abilitato a fare ricerche nel database di Gherush92 per favore contattaci utilizzando il form sottostante, possibilmente spiagandoci chi sei e perché richiedi l’accesso al database

    ?___?

  84. FedericoNo Gravatar says:

    stanno chiaramente nascondendo qualcosa. probabilmente i piani per la conquista del mondo a base di buonismo alla mentula canis

  85. DanieleNo Gravatar says:

    Qui a Cagliari, un paio di volte (proprio due!) ho sentito usare il termine “ebreo” come se fosse “tirchio”. È stato il massimo dell’insulto che mi è capitato di beccare sul tema.
    Oltre a una partita di gdr scazzata a tema “stereotipi razziali”, in cui una comunità ebraica aveva una faida contro un gruppo di scozzesi taccagni e tutti i cinesi avevano una lavanderia unita al ristorante cinese, come in certi western.
    Ah, gli scozzesi saltavano su un solo piede anziché camminare per non consumare entrambe le scarpe…
    Le partite di gdr a cazzo&scazzo valgono come razzismo?
    A ogni modo, questo gruppone Gherush è interessante, da studiare…

  86. AlberelloNo Gravatar says:

    @Nurades: se io, Dago e Tapiro siamo d’accordo su una cosa può solo significare che:

    A) Quella cosa è dannatamente giusta.

    B) Facciamo parte del complotto per screditare gli ebrei.

    “Gli ebrei sono un popolo veramente grande: non solo ci hanno dato Gesù Cristo e Karl Marx, ma in più si sono concessi il lusso di non seguire né l’uno né l’altro.” Peter Ustinov

    Anche io in tal senso mi sento un pò ebreo. ^_^

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

:D :-) :( :o 8O :? 8) :lol: :x :P :oops: :cry: :evil: :twisted: :roll: :wink: :!: :?: :idea: :arrow: :| :mrgreen: