Una nuova Zweihander

Da un po’ di tempo stavo cercando una zweihander che potesse far compagnia allo spadone di Del Tin (n.2162) acquistato qualche anno fa. Mi ero deciso a comprare da Lutel, che fabbrica spade da combattimento leggermente più pesanti ma molto resistenti, quando mi sono imbattuto nel sito Outfit4Events (ora fra i preferiti). Il sito, di una società ceca, offre parecchio materiale per la rievocazione e ha nel listino diversi modelli di spade a due mani. Premetto che stavo cercando qualcosa di molto molto pesante, se possibile sopra i 4 kg, per allenarmi come un idiota nella solitudine della mia abitazione. E’ da vergognarsi, lo so, ma adoro integrare l’allenamento in palestra con gustose poste et colpi di spadone. Immaginate quindi la mia somma soddisfazione quando mi sono informato sulle caratteristiche tecniche della zweizilla di O4E.

whoa!

Lunghezza: 168 cm

Peso: 6 kg

Lunghezza impugnatura: 39 cm

Lunghezza lama: 119 cm

Larghezza al forte: 5.2 cm

Basta leggere il mio articolo sulla zweihander o wikipedia per capire che si tratta di un’arma antistorica, o meglio, della riproduzione di uno spadone da parata e non di uno effettivamente utilizzato in battaglia. Un zweihander infatti non dovrebbe superare i 3-3.5 kg, eccezion fatta per quella di Pier Gerlofs Donia (6 kg), i cui 210 cm di altezza per 130 kg gli permettevano di utilizzare qualcosa di molto simile all’Ammazzadraghi di Gatsu.

Comunque, per tagliare corto, non sono riuscito a resistere. L’ho ordinata il 30 Aprile ed è arrivata all’inizio di Giugno.

spada & tavolo da poker

Si tratta di una spada impossibile da maneggiare per chiunque non abbia una bella quantità di muscoli. Io stesso mi sono trovato in difficoltà a portare più di tre o quattro colpi. Ora ho preso confidenza con il peso e riesco ad allenarmi in modo fruttuoso, tanto che quando passo alla zwei di Del Tin (3.7 kg), mi sembra di maneggiare un fuscello.

Zweizilla ha delle finiture davvero gradevoli, molto superiori a quelle della del Tin. Il pomolo, in ferro pieno, è sbalzato e antichizzato, con il codolo ribattuto in cima. I due grandi bracci hanno diversi ricci e arricciature e sono affiancati da due anelli di ferro che completano la guardia.

Il ricasso è coperto di pelle nera per favorire l’utilizzo dei due denti d’arresto, ricurvi verso la punta, come seconda guardia. La lama è pesantissima (il doppio/ triplo più spessa della Del Tin), priva di distal taper e capace di mandare in frantumi tre cassette di legno con un solo colpo (sono proprio un nerd). L’impugnatura è coperta di pelle nera e il grip è incrementato da una spirale di ferro intrecciato.

Insomma, è la zweihander più robusta sul mercato, ma anche la più inutilizzabile. Dicono che sia ideale per i reenactors più violenti (quelli che si mazzolano per bene), ma dubito che qualcuno possa riuscire ad utilizzarla in duello. Diciamo che è un’arma da reenactor nel senso che può andar bene se si vuole impersonare uno dei whafflers dei Tudor o un lanzo in parata dopo aver saccheggiato Roma.

Dopo questo acquisto immagino che il passo successivo sarà quello di chiedere una spada alla mascott del blog, er gimli de noantri, che per una manciata di dollaroni è disposto a spedire in giro per il mondo una delle sue opere da 20kg. Di chi sto parlando? Ma di lui! Ammirate il bilanciamento, la precisione dei colpi e l’instancabile azione distruttrice.

Il giovane è parecchio retard, penso sia palese, ma il sottoscritto ieri lo ha battuto facendo venir giù mezzo soffitto mentre lanciava un vigoroso dritto sgualembrato. Non pago di ciò, sono stato anche catturato in atteggiamenti equivoci con la mia ragazza d’acciaio.

Mi sono scordato di aggiungere che questa zweihander può essere customizzata in diversi modi. Si può scegliere la punta arrotondata o aguzza (con un bel “not for Live Action!” quando la selezioniamo), l’affilatura (0,5/1mm; + 39.49 euro;” not for Live Action!”), la forma della lama (dritta; a biscia, +39.36 euro; knockwurst, +47.23 euro), l’impugnatura ( cuoio marrone, nero o filo intrecciato) e il pomolo (avvitato o rivettato).

33 pensieri riguardo “Una nuova Zweihander

  1. *legge l’articolo*
    “per allenarmi come un idiota nella solitudine della mia abitazione.”
    *pensa* non mi sembra una grande idea maneggiare un metro e mezzo di ferro al chiuso *ripensa a quando gli hanno regalato un bokken e al lampadario beccato di striscio*
    “ma il sottoscritto ieri lo ha battuto facendo venir giù messo soffitto mentre lanciava un vigoroso dritto sgualembrato.”
    ecco -_-“

  2. Se mi fai toccare il tuo spadone, io ti farccio vedere la mia baionetta… e poi un po’ di champagne, un barile di birra, rutto libero e video porno giapponesi e magari finiremo a infilzarci l’un l’altro? ^.^

  3. Allora non sono l’unica che ha piantato il bokken nel soffitto 😀 Mi stavo allenando sugli tsuki, ma si sa, l’entusiasmo… Mennnnno, cazzo! >_<

    Bello spadone Zwei 😀 Siete così carini nella foto, tu e la tua beneamata d'acciaio 🙂
    Ricordo di aver maneggiato la lanzichenecca di un compagno, a Pontoise. Faceva quattro chili o giù di lì. Face, brisé, face… e basta. Ero già stance e avevo la tendenza a partire dietro alla spada sullo slancio (tipo bolas…).

  4. Complimenti per la spada.. nel caso tu volessi manifestare a qualche torneo violento potresti portarla con te: nessun poliziotto, nemmeno in tenuta d’assalto, proverebbe ad avvicinarsi.
    A quando la spada da 20kg?
    Comincio a chiedermi chi vincerebbe in uno scontro “Zwei vs Gatsu”

  5. Complimenti per la spada.. nel caso tu volessi manifestare a qualche torneo violento potresti portarla con te: nessun poliziotto, nemmeno in tenuta d’assalto, proverebbe ad avvicinarsi.
    A quando la spada da 20kg?
    Comincio a chiedermi chi vincerebbe in uno scontro “Zwei vs Gatsu”

  6. Mi sono sempre chiesto una cosa sul modo di combattere del medioevo: quando un castello era sotto assalto, perchè i difensori versavano sugli assedianti olio bollente o pece invece di semplice acqua? l’acqua non bolle prima? e andandosene per una regola, non costa anche meno? certo, l’olio bolle più tardi quindi ha una temperatura maggiore, ma l’acqua che bolle a 100 gradi non è che facesse bene addosso a un povero tizio spinto dal suo comandante a dare la scalata alle mura! grazie mille in anticipo per la risposta 🙂

  7. L’olio bollente è una fola colossale. E’ lo sfondone tipico di chi ha letto la storia medievale su topolino.

    A proposito di warfare medevaloide. Sono stata a Guedelon. Bellissimo. La postierla del mastio era un capolavoro di sadismo architettonico <3

  8. Su collini c’è un ragazzo (nella sezione che moderiamo noialtri….spade europee of course) che si è fatto una spada di oltre due metri…. vai a dare un occhiata.

  9. dai che ora sei pronto per spezzare i pali del telefono di legno al posto delle picche(se si trovano ancora nella tua zona) oppure sfogarti contro le canne che si mettono per i pomodori(sempre se vivi in periferia dove vicino casa c’è un’orto :P)

  10. Gli armaioli della Outfit4Events fanno anche modelli per comuni mortali? Perchè quasi quasi un pensierino ce lo faccio. ^^

    Ah, cazzeggiando su youtube ho avuto modo di trovare pure questo

    http://www.youtube.com/watch?v=_hfLZozBVpM

    Non so voi, ma a me vedere ‘sti panzoni ‘merigani esaltati mi fa scompisciare. Degne di nota la scena a 2.53 (dove ti fanno capire che non è indicata per tagliarsi le unghie dei piedi), quella a 3.50 (dove si scopre che è l’arma ideale per fare i dispetti ai bambini che escono dai Luna Park) e quella a 4.02 (che, non so perchè, mi richiama alla mente il signor Orwell ^^)

  11. Hanno parecchia roba, ma ci sono buoni produttori anche in Italia. Per un’ultra-zweihander la qualità ceca era d’obbligo!

    Se mi dici cosa t’interessa potrei esserti di maggiore aiuto (non pijo una lira dai produttori, ci tengo a precisarlo 8) )

    La Cold Steel è famosa per le sue campagne aggressive. Questo è uno dei filmati più famosi, mi pare che sia stato linkato diverse volte anche nel vecchio blog.

  12. Eheh, non sapevo fosse così famoso quel video 🙂

    La zweihander, mi interessava perchè sono un fan dei lanzi, e quindi direi che come arma è d’obbligo. Quello che cerco è una lama abbastanza resistente che possa essere utilizzata in rievocazione, ma non eccessivamente pesante (3-4 Kg?)

  13. Strano, Frundesburg non ha alcuna attinenza con i lanzichenecchi 🙂

    Guarda, la mia zweihander è fatta per i rievocatori più folli, visto che manca di qualsiasi distal taper ed è spessa il doppio buono di una Del Tin.

    Ti consiglierei di guardare alcune zwei della Outfit4Events, ColtelleriaCollini, Lutel, ecc..

    Quelle di Lutel mi piacciono molto. :8

  14. Ho dato un’occhiata ai siti che mi ha segnalato. Quelle della Outfit4Events sono molto phyghe, ma pesano tutte uno sbrego! Quelle della Lutel sono fantastiche (anche se non molto economiche) e ci sto facendo un pensierino, altrimenti l’ultima spiaggia sarà quela della Collini (anche se il fatto che pesi così poco non mi convince molto…)

  15. Ammetto che non ho letto tutti i commenti…volevo solo esprimere l’enorme sollievo che provo a non essere l’unico ad aver danneggiato mobili e soprammibili maneggiando un bokken (e due tonfa che pero’, complice la minor raggio, hanno causato meno danni).

  16. Infatti non ho visto che l’ultimo post prima del mio risale a giugno 2010…sorry, non lo faccio piu’. Vagavo per il blog e non ci ho fatto caso.

  17. Caro Zwei io possiedo una Flambergia fatta su misura per me Dal Grande Dino Rinaldi di Bologna, unica in tutta il mondo fatta di acciao armonico, Le misure sono 145 cm di lama a fiamma e 30 cm di manico. L’elsa è stata disegnata da me e il pomolo è una gabbia simile a una mazza ferrata traforata. Ha poi due rebbi dopo il ricasso. Non è in vendita ma mi è già stata valutata parecchio, d’altronde ho speso tanto anche io per farla fare.
    Il suo nome è Dolore e ha una targa d’argento con il suo nome e il mio. Pesa abbastanza ed è in grado di tranciare una automobile in due, in quanto sviluppa secondo l’artigiano che l’ha fatta una potenza distruttiva spaventosa.Mi hanno chiesti di venderla ma io ho sempre rifiutato, pochi hanno avuto l’onore e il piacere di vederla. Ti saluta un vecchio milite della compagnia di ventura di Antonio Merendoni di Bologna.

  18. Caro Zweilawyer, io le devo dei ringraziamenti. Ho una piccola raccolta di coltelli, tomahawk e altre armi bianche e sono rimasto molto colpito da esemplari di zweihander visti in vari musei. Mentre consideravo l’idea di rivolgermi a Del tin o alla Cold Steel ( anch’io ho visto il loro video ) ho letto il suo articolo e scoperto il sito di outfit4events: è arrivata oggi. Con tutto il rispetto per la coltelleria giapponese, tedesca o italiana è come passare dalla bicicletta al carro armato. Una sola domanda: visto che con tutte le mie cautele la bestia ha la tendenza ad impattare con muri, soffitti e mobili che negli scontri hanno sempre la peggio, dove tenerla ? Esistono supporti a terra.anche per lame così grandi ? Di appenderla al muro non ne ho voglia .Grazie di nuovo

    1. Ciao Rinaldo,
      felice di esserti stato utile (hai ripescato un post dimenticato dove ancora non avevo la mia barba spartana!). Le mie zwei sono appese al muro tramite stop con gancio, ma forse la soluzione migliore, vista a casa di un amico, sono i supporti da muro per chitarre elettriche. Nella nuova casa li proverò senza dubbio.

      Un saluto
      Zwei

  19. Caro Zwei, la spada è molto bella e sicuramente solidissima, ma posso chiederti se è bilanciata bene? Te lo chiedo da totale ignorante in materia, non ho idea di come possa essere corretto il bilanciamento di un’arma del genere.
    Amo molto le zweihander, vorrei tanto prenderne una, ma ho sempre paura di spendere soldi e ritrovarmi in mano una spada bilanciata male. Purtroppo dalla repubblica ceca ho avuto esperienze per lo più negative in tal senso, con spade prese da Armory Marek, che ne bilancia bene una su dieci quando è ispirato.
    La spadona veneziana di Del Tin è pressocchè perfetta a parer mio (ho avuto modo di vederla e maneggiarla brevemente durante una delle mie visite al suo workshop), tranne che per il prezzo davvero elevato.
    Sapresti consigliarmi siti che vendano spade non solo solide ma ben bilanciate?

    1. Sommo Zwei, ho apprezzato immensamente questo artico, proprio perché anch’io ero alla ricerca di un qualcosa dal peso simile. Più o meno, da quando giovincello vidi il buon Gatsu ancora artomunito allenarsi con il suo spadone, ho sempre fatto quel tipo di esercizi con vari surrogati. Da prima con un badile di ferro trovato in cantina, ero un quattordicenne piuttosto influenzabile, ora con la sbarra del bilanciere. Proprio di questo mio non convenzionale allenamento vorrei chiedere lumi a te, letterato, macista metallo-fanatico^^. La sbarra dovrebbe pesare 8-10 kg per una lunghezza sicuramente superiore ai 160 cm. Gli esercizi che ci faccio, sferzare l’aria ripetutamente impugnando l’arnese ( non equivochiamo per favore^^) ad una delle sue estremità fa bene al mio fisico, muscolarmente mi pare di sì, oppure sto lentamente, ma inesorabilmente devastando la mia cervicale?
      Ovviamente associo la “guerriera” – così la chiamiamo gogliardicamenti il mio sodale ed io – con un allenamento più usuale alla panca e con i manubri.
      Grazie per l’eventuale risposta 😉
      P.S. Colgo l’occasione anche per chiedere umilmente venia, dato che non ho ancora visionato come si conviene Zodd, ma tra lo studio, il lavoro, i miei scritti e uno sfrenato autoerotismo non ho potuto farlo. Prima o poi lo farò con immane trasporto e cercando di non farmi troppo influenzare, non sia mai che commetta un’ecatombe sul luogo di lavoro:)
      P.P.S. Dovrei anche frequentare più spesso il blog, ma a mia parziale discolpa assicuro di aver sparso il verbo.
      L.

      1. Ciao Liam, sono felice che ti piaccia allenarti come un vero uomo. Ovviamente anche l’uso dei pesi è fondamentale, ma puoi integrare l’allenamento con la “Sbarra de fero” con contrazioni isometriche (mantenere la contrazione per determinato periodo di tempo, magari 30 secondi) e variazioni nella velocità di esecuzione.
        Ad ogni modo, benvenuto!

Lascia un commento